L’ispettore Coliandro (seconda stagione)

“L’ispettore Coliandro” – seconda stagione,
quattro film Tv ideati da Carlo Lucarelli e diretti dai Manetti Bros.

“La pistola”
Coliandro si fa fregare la pistola da una ragazza di origine slava, Jelena (Gilda Lapardaja), mentre cerca di arrestarla per un tentato furto.

"La pistola" Xhilda Lapardhaja

Jelena, però, non è una ladra: è una giovane donna in fuga, spaventata. Dato che non può certo rivelare a colleghi e superiori di essersi fatto rubare la pistola, Coliandro è impegnato come al solito in un’ indagine personale. Aiutato solo da Gargiulo, insegue la sua pistola e di conseguenza la ragazza, finendo per scontrarsi con un’alleanza tra la spietata “mafia dei balcani” e la camorra, e portando alla luce un giro di riciclaggio di rifiuti tossici.

:::guarda l’episodio:::

“Sesso & segreti”
L’omicidio di Luigi D’Orrico – anonimo titolare di una piccola ditta che si occupa di “raccolta ed elaborazione dati” – non sarebbe un caso eclatante. Se non fosse che sono coinvolte escort, squillo d’alto bordo, e se non fosse che inaspettatamente, le indagini vengono rallentate e deviate da ordini dall’alto.

"Sesso&segreti" Gloria Bellicchi

Coliandro – escluso dalle indagini, ma con la volontà di rimediare agli errori passati – si trova di nuovo a indagare per conto suo. Aiutato da Simona, un’altra escort, Coliandro riesce a rintracciare l’unica testimone dell’omicidio, rivelando così una trama complessa, che passa attraverso documenti compromettenti e nascosti, fino a toccare cellule di servizi segreti colluse e gruppi di potere economici e politici.

:::guarda l’episodio:::

“Mai rubare a casa di ladri”
Da una macchina arrivata all’alba in un campo di nomadi romeni sulla riva del Reno scendono alcuni uomini che, con precisione militare, aprono il fuoco sulle roulotte senza ferire nessuno. Sembrano tornati i tempi delle aggressioni razziste della Uno Bianca. Ma si tratta, invece, di un avvertimento e Vlad lo capisce subito.

"Mai rubare in casa dei ladri" Valentina Lodovini

Due ragazze giovanissime della sua banda hanno rubato nella casa sbagliata, c’è qualcosa che deve essere restituita. Vlad e le due ragazze vanno a riconsegnare la refurtiva, ma subito dopo sia lui che una delle ragazze vengono uccisi; la più piccola riesce a fuggire e va a rifugiarsi da Coliandro che, qualche giorno prima, l’aveva sorpresa a rubare e l’aveva lasciata libera. Coliandro con l’aiuto di Elena, una giovane assistente sociale che si occupa di nomadi, e del suo collega “Gambero” riuscirà a scoprire un pericoloso gruppo criminale.

:::guarda l’episodio:::

“Doppia rapina”
Un gruppo di rapinatori mascherati fa irruzione in una banca prendendo in ostaggio clienti e impiegati per fare aprire dal direttore la cassaforte nel caveau. In una toilette della banca si trova, però, Coliandro che, accortosi del tentativo di rapina, riesce ad avvertire i suoi colleghi che arrivano per trattare con i criminali.

"Doppia rapina" Philippe Leroy e Cecilia Dazzi

Nel frattempo la situazione all’interno della banca si è capovolta: tre criminali veri che devono recuperare degli importantissimi documenti prima di essere raggiunti da un mandato di cattura emesso dalla dottoressa Longhi, approfittano della situazione per agire: ed ecco che rapinatori (criminali da quattro soldi con armi finte) e ostaggi si trovano prigionieri di feroci banditi pronti a tutto. Ma non hanno fatto i conti con Coliandro che metterà i bastoni fra le ruote ai veri criminali, in modo rocambolesco e non procedurale.

:::guarda l’episodio:::

Giuseppe Soleri

REPARTO SUONO
presa diretta: Paolo Lucaferri, Valentino Giannì
montaggio presa diretta: Gianluca Stazi
rumori: New Digital srl
mix: Fabio Tosti

Montaggio presa diretta "L'ispettore Coliandro"

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...